Treppiedi fotografico: guida per scegliere il migliore

Per chi ama la fotografia, nulla è più importante del risultato: oltre alla pazienza e all’esperienza bisogna anche dotarsi della macchina fotografica e degli accessori giusti. Sebbene chiamarlo accessorio sia riduttivo, il treppiedi (noto anche come cavalletto) fotografico è per i veri fotografi un componente indispensabile per rendere al meglio la fotografia. Se abbiamo deciso di fare un salto di qualità nel nostro hobby preferito, dovremo soffermarci sulle componenti da valutare. Il treppiedi viene generalmente sfruttato in situazioni di scarsa luminosità ma anche per esigenze del tutto creative nello scatto fotografico aprendo il diaframma, aggiungendo una maggiore densità di campo o filtri.

Come funziona un Treppiedi fotografico

Perché comprare un treppiede fotografico? La domanda sorge spontanea: perché dovrei sobbarcarmi il peso e l’impiccio di un treppiedi? I motivi più che validi potrebbero comprendere diverse risposte:

  • qualità delle immagini: la fotografia a mano libera non garantisce assolutamente la nitidezza di una scattata con il treppiedi che è l’ideale per fotografare paesaggi, vegetazione, edifici o natura morta dove occorre attendere il momento giusto per cogliere l’immensità della natura o il dettaglio che dona impareggiabile valore all’immagine;
  • inquadratura: per quanto siamo pazienti, la scelta dell’inquadratura a mano libera non equipara mai la cornice che adottiamo con il treppiedi. Avvalendoci del treppiedi possiamo valutare con calma e serenità tutti gli elementi che compongono la nostra fotografia, spostando se necessario la macchina fotografica, zoomando se preferiamo focalizzare l’attenzione su un dettaglio  così come valutando al meglio l’esposizione alla luce e il contrasto;
  • addio mosso: naturalmente, la stabilità di un treppiede elimina l’odioso effetto “mosso” dalle nostre fotografie che danno un senso da principiante e amatoriale.

Come scegliere il treppiedi giusto?

Che il treppiedi sia utile e anche indispensabile è evidente, dunque se abbiamo deciso di migliorare le nostre prestazioni fotografiche vorremo scegliere il cavalletto fotografico che meglio risponda alle nostre esigenze. Ecco, quindi, alcuni consigli che potranno essere utili:

  • robustezza e solidità: un cavalletto a prezzi stracciati, come è spesso possibile trovarne fra supermercati e bancarelle, è quasi sempre sinonimo di bassa qualità; è palese che un acquisto di questo tipo ci servirà a poco o niente. Per capire se un cavalletto possa andar bene occorre informarsi prima di tutto sul peso massimo che può reggere, inclusa macchina fotografica (e obiettivi, illuminatori, estensioni di memoria, batteria) e testa: è indispensabile questo parametro perché consente di valutare se il cavalletto reggerà il peso o se crollerà come un castello di carte, danneggiando irrimediabilmente la nostra costosa attrezzatura;
  • dimensioni del cavalletto chiuso: oltre a essere robusto, il miglior cavalletto è anche quello che ci consente di faticare il meno possibile quando dobbiamo portarlo in giro. Se dobbiamo percorrere un lungo tragitto e magari anche accidentato prima di raggiungere la nostra meta fotografica, ci sarà d’impiccio. Converrà, quindi, puntare su un modello non eccessivamente robusto e ingombrante più leggero da trasportare o, in alternativa, comprare due cavalletti di modo da scegliere quello più accessoriato solo per le occasioni in cui possiamo trasportare l’attrezzatura fino a destinazione;
  • dimensioni del cavalletto aperto: oltre all’ingombro da chiuso, dobbiamo valutare anche l’altezza del cavalletto una volta aperto; l’ideale è sceglierlo in relazione alla nostra statura,  tenendo conto che all’altezza del treppiedi si deve aggiungere quella della testa (in genere fino a 30 cm) e quella della macchina fotografica. Sommati tutti questi valori, l’ideale è un treppiede che sia più basso del fotografo al massimo un 10-20 cm;
  • posizione macro: con questo termine s’intende la possibilità di sbloccare le gambe del treppiede di modo da estenderle il più possibile e, quindi, avvicinare l’obiettivo al terreno; questa funzione non è disponibile in tutti i cavalletti, pertanto se si ha intenzione di fotografare oggetti all’altezza di qualche decina di cm da terra è una variabile da tenere in considerazione;
  • testa: la testa è l’appoggio su cui andremo a posizionare la macchina fotografica. Posizionata nel punto di convergenza del treppiedi, può essere già inclusa nel modello oppure si potrà acquistare a parte. Anche se costerà di più, è meglio acquistarla a parte, in quanto potremo scegliere il modello che per motilità, peso e agganci meglio risponda alle nostre esigenze.

I migliori Treppiedi fotografici in vendita al miglior prezzo

Al momento della scelta di un treppiedi fotografico, oltre alle caratteristiche valutate in precedenza si dovranno valutare anche una serie di ulteriori dettagli oltre al prezzo:

  • materiali: fra i materiali con cui sono realizzati i treppiedi ci sono l’alluminio, il magnesio e il titanio. Sono in genere molto pesanti,  ma garantiscono eccellente resistenza alle vibrazioni, garantendo risultati di pregio. Il carbonio è più leggero, ma meno resistente alle vibrazioni e dal costo più oneroso rispetto agli altri materiali.
    Un cavalletto può pesare da circa un chilo fino a una decina: la scelta anche di questo aspetto dipende molto dall’uso che dobbiamo farne. Se intendiamo raggiungere una terrazza panoramica montana sarà meglio scegliere un cavalletto un po’ più instabile, ma leggero mentre se abbiamo la fortuna di accedere con l’automobile fin nei pressi della location da fotografare un modello più pesante possiamo concedercelo;
  • presenza del gancio porta pesi: alcuni modelli sono predisposti con un gancio posto al termine della colonna centrale dove poter appendere dei pesi (meglio ancora lo zainetto fotografico) di modo da garantire al cavalletto maggior stabilità e miglior resa dell’immagine;
  • numero di sezioni delle gambe: il numero ideale non deve superare le cinque o sei unità, altrimenti l’intera struttura perde stabilità e il costo sostenuto per il cavalletto potrebbe rivelarsi inutile;
  • colore e piedini: il colore assume una certa importanza se abbiamo intenzione di effettuare foto faunistiche, in questo caso evitare assolutamente colori metallici e sgargianti per non spaventare l’oggetto della fotografia; quanto ai piedini se intendiamo fare foto in interni, dobbiamo valutare la presenza dei gommini per non rovinare parquet e marmi.

GEEKOTO Treppiede Fotocamera 200cm Treppiedi in Fibra di Carbonio

Il modello GEEKOTO Treppiede Fotocamera 200cm Treppiedi in Fibra di Carbonio si trova in vendita ad un prezzo conveniente, attestandosi tra i migliori prodotti attualmente disponibili sul commercio sotto una colorazione nera con inserti ruggine, realizzato in pura fibra di carbonio di ultima generazione dimostrandosi leggero e maneggevole al trasporto e al posizionamento. Il treppiedi garantisce una maggior resistenza al calore, una maggior resistenza alla corrosione nel tempo, integrando all’interno della confezione un gancio per contrappeso, piedi in gomma antiscivolo, sotto la possibilità di utilizzare un peso aggiuntivo.

Il treppiedi fotografico presenta una gamba a 4 sezioni di colonne con un sistema di bloccaggio a torsione, una regolazione delle diverse altezze semplici e pratiche, un cavalletto compatto da 62cm a 200cm, supportando  3 angolazioni diverse a 20°, 50°, 80°, oltre alla possibilità di svitare la gamba rimovibile con spugna per utilizzare il dispositivo come un pratico monopiede. La testa a sfera da 36mm potrà essere ruotata di ben 360 gradi completi, adattandosi anche alle fotografie panoramiche, oltre alla piastra a sgancio rapido con vite di tipologia 1/4″, rendendosi compatibile con la maggior parte delle DSLR. Il treppiedi potrà essere ripiegato su se stesso a 180 gradi, pesando soltanto 1,54 kg.

GEEKOTO Treppiede Fotocamera 200cm Treppiedi in Fibra di Carbonio, Cavalletto Fotografico Monopiede...
  • Materiale di Nuova Generazione: Realizzato in pura fibra di carbonio di 8-strato, il treppiede videocamera offre una migliore resistenza al calore e alla...
  • Posizione Flessibile: Gamba a 4 sezioni di colonne con bloccaggio a torsione per una regolazione dell'altezza semplice e rapida, per allungare facilmente il...

AmazonBasics – Treppiede leggero estensibile

Il modello AmazonBasics – Treppiede leggero estensibile si trova in vendita ad un prezzo particolarmente economico, disponibile in una colorazione argento/nero, particolarmente leggero e semplice da trasportare in qualsiasi luogo, presentando gambe estensibili fino a 1,52 metri e piedini in gomma. Il dispositivo si adatta con semplicità a videocamere, fotocamere reflex, GoPro e adattatori per mobile come tablet e smartphone per un peso massimo fino a 3 kg. Il treppiedi fotografico integra dimensioni di 63,5 cm allo stato chiuso, un peso complessivo fino a 1,36 kg, comprendendo una custodia inclusa nella confezione di acquisto, una testina a 3 vie e 2 livelle a bolla per il corretto fissaggio della fotocamera, una piastra fotocamera per il rilascio rapido, senza evidenziare difetti o svantaggi rilevanti.

Amazon Basics - Treppiede leggero estensibile fino a 1,52 m, con custodia
  • Treppiede leggero con gambe estensibili e piedini in gomma.
  • Adatto a videocamere, fotocamere reflex, GoPro e adattatori per smartphone (non inclusi) con peso massimo di 3 kg.

Treppiedi Fotocamera – ESDDI 160cm Treppiede Alluminio

Il modello Treppiedi Fotocamera – ESDDI 160cm Treppiede Alluminio si trova in vendita ad un prezzo economico, sotto una colorazione disponibile nera, realizzato in lega di alluminio maggiormente resistente rispetto al treppiedi standard. Il design di questo modello integra una colonna centrale dotata di gancio, una capacità di carico massimo fissato a 8 kg, una testa a sfera a rotazione di 360 gradi a funzione panoramica di scatto per una rapidissima regolazione dell’angolo di ripresa, gambe a colonna con 4 sezioni e chiusura a scatto. Le gambe del treppiedi fotografico possono essere richiuse su stesse a 180 gradi consentendone il trasporto in qualsiasi luogo, un peso complessivo pari a 1,35 kg, 12 mesi di garanzia sul prodotto, senza presentare difetti o svantaggi evidenti.

Come si utilizza il treppiedi fotografico e consigli utili

Il corredo fotografico non è completo se non c’è il treppiede: se non vogliamo acquistarne uno di scarsa fattura che si risolva in un dispendio economico e in un attentato alla nostra preziosa attrezzatura fotografica conviene valutare attentamente l’acquisto che ci accingiamo a effettuare, tenuto conto delle esigenze che dobbiamo soddisfare, come l’oggetto che dobbiamo fotografare o la distanza da percorrere prima di raggiungerlo.

Il funzionamento corretto di un treppiede fotografico richiede un’esperienza pregressa maturata nel corso del tempo, avvalendosi inoltre del manuale di istruzioni eventualmente compreso nella confezione di acquisto. Il montaggio di questo dispositivo si rende necessario soprattutto in scarsità di luce, a supporto del macchinario fotografico, ma anche per la creazione di scatti artistici senza la necessità di dover sorreggere manualmente la macchina per lo scatto.

Lascia un commento