Idropulsore dentale: come scegliere il migliore, caratteristiche, opinioni e prezzi

L’igiene orale viene spesso sottovalutata finché non ci si ritrova con importanti problematiche come carie profonde o retrocessione delle gengive. Fino a un decennio fa non c’era quasi nessuno che consigliasse strumenti aggiuntivi al lavaggio col semplice spazzolino, anzi, se ne suggeriva l’uso al massimo 3 volte al giorno.
In realtà oggi sappiamo che lavarsi i denti è necessario ogni volta che si mangia qualcosa, che lo spazzolamento deve durare al meno 2 minuti e che da solo non è sufficiente. Per tenere una buona igiene dentale dobbiamo per forza dotarci di strumenti appositi che vadano a supportare lo spazzolino.

Disturbi gengivali

Le malattie della bocca si manifestano con più frequenza in soggetti sensibili a placca e tartaro, ma soprattutto in chi già soffre di disturbi gastrici. E’ il caso della parodontite, un’infiammazione delle gengive che porta alla perdita di denti sani. La corrosione dell’osso di sostegno infatti dipende dal reflusso gastrico dovuto alla cattiva chiusura della valvola presente all’imbocco dello stomaco. Questo favorisce il proliferare di batteri che si insidiano sotto le gengive e le danneggiano fino a farle sanguinare. Questa malattia è difficilmente contrastabile, complice anche l’invecchiamento cellulare, ma può essere tenuta sotto controllo con operazioni ortodontiche come per esempio lo scaling e il root planing.
Si tratta di detartrasi approfondite che puliscono il dente nella parte sottogengivale limando le radici del dente. In questo modo le parti necrotiche vengono portate via risanando la gengiva. Questa condizione va mantenuta il più a lungo possibile cercando di tenere puliti i denti al meglio e in ogni occasione.
La prevenzione dunque è consigliabile non solo a chi è soggetto a questi disturbi, ma anche a chi è meno incline ad avere carie: essere tolleranti alla placca non preserva dall’avere un alito cattivo o ai depositi di tartaro.
Quando ci laviamo i denti inoltre dobbiamo aspettare una mezz’oretta dopo aver mangiato, perché spazzolare immediatamente i denti potrebbe danneggiarne lo smalto. Appena abbiamo terminato il pasto infatti, entrano subito in azione gli enzimi acidi presenti nella nostra saliva che continueranno ad attaccare ancora per qualche tempo. Diamo il tempo al nostro organismo di fare il suo lavoro e procediamo con la pulizia.
Lo spazzolino come abbiamo detto è uno strumento utile ma non sufficiente a garantire una corretta igiene. Se vi munite di scovolini adatti e filo interdentale, ve ne accorgerete subito. Lavatevi i denti e poi passate tra gli spazi lo scovolino e subito dopo il filo interdentale: resterete stupiti dal vedere come, al terzo passaggio, ancora riuscirete a trovare residui di cibo sul filo. Questo dimostra che una passata veloce non fa null’altro che togliere il grosso della sporcizia e profumare un po’ la bocca. Se dopo qualche minuto dal lavaggio avete già l’alito pesante, questo è un chiaro segno di come sia necessario usare anche altri dispositivi.

Dispositivi per lavarsi i denti

Potete chiedere al vostro dentista se vi consiglia uno spazzolino manuale o elettrico, abbinato a filo interdentale, scovolini della vostra misura e collutori per fare sciacqui periodici. Per una pulizia ottimale da fare tutte le sere possiamo coadiuvare un utilissimo idropulsore dentale, una sorta di attrezzo che spruzza acqua sui denti a diverse velocità.

Differenze tra spazzolino e idropulsore

Lo spazzolino elettrico è un dispositivo dotato di una batteria e una serie di testine rotanti con setole di varia durezza.
I costi variano dai 24 euro per quelli più basici, fino a superare i 60 per quelli dotati di batterie a lunga durata ricaricabili tramite usb.
Le testine dello spazzolino elettrico ruotano e destra e sinistra, non fanno mai un giro completo, per evitare danni alle gengive. Con l’aiuto di pochissimo dentifricio detergerono perfettamente la superficie e la base del dente senza intaccarne lo smalto. L’importante è non soffermarsi a lungo sempre sulla stessa zona, perché uno sfregamento continuo potrebbe scoprire i colletti del dente e causare dolorose nevralgie.
L’idropulsore invece, è uno strumento dotato di serbatoio che si riempie con acqua tiepida e collutorio disinfettante.
Di solito è dotato di un regolatore di intensità che calibra il getto in base al nostro comfort. Non aggredisce le gengive a meno che non abbiamo già qualche problema in partenza. Se alcune zone della bocca sanguinano, possiamo scegliere il getto più delicato e continuare con un livello normale per la restante parte.
Anche gli idropulsori si presentano in diversi modelli dotati di ricarica o di presa diretta alla corrente. Questi sono sicuramente più economici di quelli a batteria, ma non possono essere portati in viaggio, anche se quelli attaccati alla corrente non presentano problemi di autonomia.
Ci sono in dotazione diverse testine che possono essere scambiate, solitamente ciascuna ha un colore diverso in modo da identificare il soggetto a cui appartiene, nel caso in cui venga usato in famiglia.
L’unica noiosa pecca di questo ottimo strumento è che deve essere accuratamente lavato e disinfettato in maniera periodica. L’accumulo di calcare infatti potrebbe inficiarne l’uso e causare la proliferazione di muffe e batteri che poi ci finirebbero in bocca.
Per questo motivo è bene optare per modelli smontabili e lavabili in lavastoviglie.
Un altro suggerimento è quello di scegliere prodotti che abbiano un timer: quando si supera il tempo la pompa idraulica si ferma automaticamente e non ci permette di danneggiare le nostre mucose. Usare il dispositivo è piuttosto semplice: basta ricordarsi di passarlo velocemente tra i denti dopo il filo interdentale. Possiamo usarlo anche in caso di ponti e corone, perché lo spruzzo non è così violento da farli saltare via! Se abbiamo dei dubbi però è sempre meglio rivolgerci al nostro dentista di fiducia, che sicuramente saprà consigliarci il modello più adatto a noi.

Come scegliere l’idropulsore giusto

Prima di effettuare un acquisto casuale, segnati le caratteristiche base che cerchi nel tuo prodotto.
Sei una persona che si lava velocemente dopo i pasti e le occasioni in cui usi il filo interdentale sono più uniche che rare? In questo caso o cerchi di cambiare le tue abitudini o rischi di comprare un articolo che lascerai prendere polvere sul lavello.
Se compri un idropulsore, devi prometterti che lo userai almeno tutte le sere prima di andare a dormire.
Sei fuori casa spesso per lavoro e hai intenzione di portartelo dietro? Compra un modello dal serbatoio piccolo e ricaricabile a batterie.Queste versioni sono meno potenti di quelle attaccate alla presa elettrica, ma se l’alternativa è portarsi dietro un contenitore enorme, va benissimo comprare un dispositivo da viaggio.
Se invece non fai molte trasferte ti consigliamo quello classico col filo con una buona capienza. Valuta anche che l’impugnatura sia comoda per te e se è il caso di acquistare un set completo. Alcune case produttrici infatti creano articoli combo di spazzolino elettrico + propulsore. La lavabilità è un altro fattore che abbiamo già visto, dunque comprane uno che si possa smontare e pulire facilmente. Il rilevatore di pressione è un optional da non sottovalutare, spesso tendiamo a schiacciare le setole contro i denti o ad usare con forza questi macchinari: una spia che ferma il flusso potrebbe venirci in aiuto. Infine, ultimo ma non ultimo, il prezzo! Cerchiamo qualcosa di conveniente ma che non sia estremamente economico. Se il modello è ben fatto dovrebbe avere un prezzo medio. Evitiamo le cinesate che si rompono subito o peggio ancora la secondamano.

Modelli consigliati

Di seguito alcuni idropulsori dentali nella top list dei siti dedicati agli acquisti. Il prezzo può variare in base agli optional inclusi nella confezione. Molti prodotti validi sono diventati ormai introvabili sul web, ma per fortuna ogni anno ne escono di nuovi con inedite funzionalità. Nei nostri consigli puoi trovare idropulsori per tutte le tipologie di spesa ed esigenze, ma alla fine sarai tu, dopo aver letto questa breve guida, a scegliere il prodotto migliore per te. Le guide sul web servono a conoscere al meglio l’argomento, dopodiché si procede all’acquisto leggendo recensioni di altri utenti o facendosi consigliare dai professionisti dell’igiene dentale.

Oral-B Waterjet

Prezzo Amazon: 44 euro circa. Dotazione: doppio getto, a rete, 4 ugelli, 10 livelli, serbatoio da 600 ml.
La casa madre la conoscono tutti, quindi non ha bisogno di presentazioni.
Questo modello è molto basico, non prevede getti d’aria combinati ma solo spruzzi d’acqua. Il getto è regolabile da singolo a multiplo e dispone di un sistema massaggiante per le gengive, inoltre è regolabile anche l’intensità della pressione fino a 5 livelli differenti. Ha un serbatoio molto grande, poco adatto ai bagni di dimensioni ridotte,che però può essere attaccato direttamente al muro tramite due tasselli. Le misure base sono:12.5 profondità 17 lunghezza e 17 altezza senza testina.
La confezione contiene 4 ugelli intercambiabili segnati con 4 anelli colorati differenti: sono tutti uguali, dunque adatti ad una famiglia di 4 persone. Gli svantaggi sono il fatto che sia piuttosto ingombrante e l’assenza di un tasto sotto il beccuccio per la scelta della modalità di getto, per farlo bisogna spegnere, scegliere la nuova modalità e riaccendere.

Oral-B Waterjet Sistema Pulente con Idropulsore e 4 Testine Waterjet, Pressione regolabile
  • Idropulsore Waterjet di Oral-B, la marca di spazzolini più usata dai dentisti nel mondo
  • Aiuta a migliorare la salute delle gengive massaggiandole e stimolandole con un getto d’acqua multiplo

Waterpik WP-100E

Prezzo Amazon: 75 euro circa. La confezione contiene 6 ugelli, serbatoio 650 ml, 10 livelli regolazione del getto, puliscilingua e spazzolino. Serbatoio non estraibile. Il modello ha un getto singolo,quindi a differenza di quello sopra descritto non prevede la formula multipla.
Il Waterpik WP-100E permette però di scegliere tra dieci livelli di potenza tramite una manopola posta alla base. Personalizzare la pressione in base alle esigenze è da non sottovalutare, perché chi porta un apparecchio necessiterà di un getto più forte rispetto a chi invece ha gengive sensibili. L’impugnatura ha una rotella che direziona il getto in modo da poterlo orientare in qualsiasi lato della bocca.
Trattandosi di un modello fisso, è piuttosto ingombrante poiché dispone di un grande serbatoio e un supporto per l’idropulsore.

Paragonato al altri modelli però, risulta essere comunque più compatto. Può contenere 650ml di acqua, quindi è perfetto per chi lo usa in famiglia. Inoltre ha in dotazione un vano accessori in cui riporre i 4 ugelli, proteggendoli da polvere e contaminazioni.
L’alimentazione è a corrente, senza batterie interne o cordless. Le testine in dotazione sono divise in base alla loro funzione: l’ugello Waterjet si adatta a tutti, poiché pulisce delicatamente tra gli spazi interstiziali come farebbe un normale filo interdentale. L’ugello antiplacca è studiato per rimuovere la placca da impianti dentali grazie ai suoi 3 ciuffi. Perfetto per raggiungere zone difficili della bocca. L’ugello gengive è utilissimo per chi soffre di parodontite, poiché aiuta l’igiene delle tasche parodontali grazie ad una punta in gomma morbida. Consigliato quando si vedono sanguinare le gengive. Infine l’ugello ortodontico, ideato per chi porta l’apparecchio e deve districarsi tra fili e gancetti. Completa l’articolo un comodo puliscilingua a forma di cucchiaio per raschiare i batteri dal cavo orale.

Offerta
Waterpik WP100 Ultra Dental Water Jet Idropulsore per la Famiglia, blu/bianco
  • E clinicamente dimostrato possedere un potere pulente del 93% superiore al filo interdentale e adatto a migliorare la salute e igiene della bocca
  • Elimina i batteri in profondita tra i denti e sotto il bordo gengivale dove spazzolatura e Flossing non possono arrivare

Oral-B OxyJet

Prezzo Amazon : 53 euro circa. Dotazione: Getto d’acqua e aria, getto singolo o multiplo, 4 ugelli, serbatoio da 600 ml.
La sua particolarità è quella di erogare un getto d’acqua pressurizzata e di aria purificata attraverso un apposito filtro. L’acqua rimuove i residui di cibo accumulati mentre l’aria è utile per eliminare i batteri sopra e sotto il bordo delle gengive. Anche questo articolo dunque è consigliato a chi soffre di infiammazioni croniche.

L’Oral-B OxyJet ha 5 livelli di potenza a seconda delle esigenze personali: il getto singolo pulisce bene tra i denti, quello multiplo massaggia delicatamente le gengive. Il serbatoio è molto grande, contiene fino a 600 ml di acqua ed è estraibile, in modo da poter effettuare una igienizzazione accurata di tutti i componenti, oltre che per un riempimento più agevole. Anche questo modello dispone di un vano porta ugelli, soluzione più che igienica rispetto al classico bicchiere da spazzolini. Se abbiamo un bagno piccolo, probabilmente questo dispositivo non farà al caso nostro.
L’alimentazione è a rete, dunque con una autonomia continuativa rispetto a quelli a batterie.

Offerta
Oral-B Oxyjet - Sistema di pulizia in profondità con Tecnologia con microbollicine, 4 Testine
  • Idropulsore Oxyjet di Oral-B, la marca di spazzolini più usata dai dentisti nel mondo
  • Aiuta a migliorare la salute delle gengive arricchendo l’acqua di microbollicine di aria purificata

Philips HX8331/01 Sonicare AirFloss Ultra

Prezzo Amazon: 80 euro circa. Dotazione: Getto d’acqua e aria, a batteria (litio), 1 ugello, serbatoio interno.
Questo modello prevede alcune impostazioni personalizzate molto utili, come per esempio la possibilità di optare per il getto manuale grazie ad un pulsante posto sul manico. Il flusso automatico vien attuato premendo lo stesso pulsante continuativamente. I getti possono essere singoli o tripli, selezionabili tramite dispositivo LED. Questo modello è perfetto per i singoli che viaggiano molto e vogliono portarsi sempre dietro l’idropropulsore, visto che è dotato di batteria al litio dalla lunga durabilità e non presenta alcun filo.

Il serbatoio ovviamente è molto ridotto, svantaggio dovuto al fatto che va riempito più volte. Un pieno infatti dura all’incirca 1 minuto. Nella confezione è presente una piccola base per la ricarica collegabile ad una presa. Una carica piena si effettua in 24 ore e dura circa 2 settimane se si usa il dispositivo non più di due minuti al giorno. Trattandosi di un propulsore per singoli, dispone di un solo ugello che comunque garantisce elevate prestazioni grazie alla sua direzionabilità.

Offerta
Philips Sonicare HX8331/01 AirFloss Ultra Sistema di Pulizia interdentale, Bianco
  • Tecnologia ad aria e microgocce d'acqua per rimuovere la placca nelle zone più difficili: previene la formazione delle carie tra dente e dente
  • Punta guida più morbida e getto più ampio rispetto al modello precedente: raggiunge la superficie gengivale e le zone fra i denti e consente di trovare il...

Waterpik WP-660

Prezzo Amazon: 76 euro circa. Dotazione: 7 ugelli, serbatoio 650 ml, 10 livelli regolazione getto. E’ un modello che non prevede l’emissione di aria, ma solo il semplice getto standard. Resta comunque un ottimo prodotto, soprattutto per la sua compattezza e facilità di pulizia nonostante un serbatoio da 650 ml. Le impostazioni sono principalmente due: la modalità floss per la pulizia classica degli interstizi dentali, e quella massaggio, per migliorare la vascolarizzazione delle gengive. La floss prevede inoltre un timer integrato che effettua pause ogni 30 secondi che avverte quando passare da un dente all’altro. Un valido aiuto per evitare di danneggiare il nostro smalto! Inoltre il dispositivo di ferma dopo 1 minuto, tempo massimo consigliato per il suo utilizzo.

Se si desidera, si può disattivare il timer. Il vano porta ugelli si limita a due locazioni, nonostante le testine incluse nella confezione siano 7. Nello specifico, troviamo inclusi 3 testine base per la pulizia normale dei denti, 1 ugello Pick Pocket per l’erogazione di collutorio nelle tasche parodontali, 1 ugello ortodontico per i portatori di apparecchio e 1 ugello plaque seeker, dotato di setole, utile per il lavaggio accurato di corone, ponti e altri impianti ortodontici.

Offerta
Waterpik Wp-660Eu Idropulsore Ultra Professional, Bianco
  • Il modo piu semplice ed efficace per pulire gli spazi interdentali
  • Il nostro idropulsore elettrico piu avanzato con base d'appoggio

Uvistare HF-6

Prezzo Amazon: 34 euro. Dotazione: 6 ugelli, serbatoio da 300 ml, usb ricaricabile.
Questo modello è tra i più economici che si possano trovare, è adatto, grazie alla grande quantità di testine incluse, a tutta la famiglia. Il serbatoio è un po’ ridotto, ma lo rende adattabile a tutti gli spazi, inoltre il suo design è davvero gradevole.
E’ semplice da pulire e dispone di 4 ugelli standard e due per il lavaggio delle gengive. L’impugnatura è ergonomica e antiscivolo, senza fili e ricaricabile con una batteria al litio che, a differenza delle pile classiche, non perde di potenza man mano che si scarica. Ultima questo simpatico kit anche il cavetto USB per una comoda ricarica anche fuori casa, ottimo per l’ufficio. Per azionarlo basta pigiare il bottone anteriore, mentre per pulirlo è sufficiente smontarlo dalla base e sciacquare il serbatoio in acqua tiepida. Un’ ottima soluzione per chi ha un budget ridotto ma desidera comunque acquistare un buon articolo.

Offerta
Idropulsore Dentale Portatile Uvistare,5 Modalità 6 Ugelli di Ricambio Irrigatore Orale 300 ml...
  • 【5 Modalità di Pulizia】: Questo idrogetto dentale ha 5 livelli di pressione regolabile, pressione dell'acqua: 30-110 psi. Altri prodotti hanno solo 3...
  • 【6 Ugelli di Ricambio】: Del pacchetto ha un pulisci lingua nella confezione e uno spazzolino da denti. 4 beccucci standard differenti, ogni ugello standard...

Come si utilizza un idropulsore dentale: guida pratica, consigli utili e prezzi

Nella maggior parte dei casi un idropulsore dentale richiede un’attenta valutazione delle norme di procedura riportate all’interno del manuale di istruzioni presente nella confezione di acquisto. Per utilizzare al meglio un dispositivo come questo è sufficiente:

  • riempire il serbatoio con dell’acqua tiepida
  • scegliere la punta da inserire nel dispositivo
  • impostare la manopola sul pulsante di avvio
  • regolare la pressione desiderata
  • utilizzare il dispositivo in bagno, preferibilmente in direzione del lavandino
  • utilizzare l’idropulsore in direzione dei denti posteriori a proseguire
  • disattivare il dispositivo al termine dell’utilizzo, estrarre e pulire la punta.

In commercio, tramite i negozi fisici specializzati presenti sul territorio, oppure gli store digitali come Amazon, è possibile trovare diversi modelli e versioni di idropulsori dentali. I prezzi variano a seconda della marca e del rivenditore selezionato, oscillando dai 30 euro, fino a superare i 100 euro.

Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un commento